• Pacifiche osservazioni sugli esseri schifosi che spoilerano cose

5 LUGLIO 2016
Cose che penso

Se vi siete svegliati tranquilli, oggi, non è per il terso cielo estivo, garanzia di un’estate finalmente arrivata; non è per i mercati europei in riassestamento dopo la Brexit; e non è per l’annuncio del nuovo tour di Mariah Carey, a cui faccio i miei più sinceri auguri di Buon Natale.

No. Se vi siete svegliati tranquilli è per la consapevolezza che, essendo finita la stagione, oggi nessuno potrà spoilerarvi Game Of Thrones.

Il termine spoiler (dall’inglese to spoil, “rovinare”) è spesso usato in ambito cinematografico per segnalare che un testo riporta delle informazioni che potrebbero svelare i punti salienti della trama del film.

Essendo una serie televisiva che basa praticamente tutto il suo successo su colpi di scena e personaggi che muoiono, che fanno sesso o che hanno dei draghi, è normale che lo spettatore non apprezzi gli spoiler.

Ora, esistono alcuni modi per evitarli, come cancellarsi da facebook, andare in giro con le cuffie, ritirarsi su un eremo; ma non è ciò di cui mi preme parlare oggi, non voglio usare questo spazio per sfogarmi su quanto siano inutili idioti e poveri pezzi di merda secca quelle persone che spoilerano, no.

Vorrei muovermi in maniera più costruttiva, e cercare di capire perché lo si fa. Perché si sente il bisogno (perché questo è: un bisogno) di spoilerare un episodio agli altri. Dopodiché, sempre cercando soluzioni che questi esseri umani senza scopo evidentemente non sono in grado di trovarsi da soli, proverò a fornire un rimedio al loro malessere.

Motivazione uno: voglia di confronto
Se la causa dello spoilerare è il mero volersi confrontare con persone che condividono un tuo stesso interesse, bisogna innanzitutto che tu prenda atto di un dato di fatto semplicissimo: e cioè che è possibile che, nel tuo parlare senza scrupoli, tu possa involontariamente spoilerare qualcosa, anche la più piccola cosa, anche la più ininfluente, a qualcuno che ancora non ha visto la puntata e che ha tutto il sacrosanto diritto di vedersela senza essere influenzato da te. Ora, se questo non era già chiaro prima di leggere queste righe, è probabile che i tuoi problemi non si limitino ad essere un pappagallo deficiente, con tutto il rispetto per i pappagalli; ad ogni modo, la soluzione al tuo problema è molto semplice: frequentare un gruppo di persone che hanno i tuoi stessi interessi. Un club del libro, un circolo del cucito, gli alcolisti anonimi. Insomma: chiama un cazzo di amico per parlare delle tue serie tv. Sai, come facciamo tutti.

Motivazione due: far vedere che l’abbiamo guardata per primi
Se la causa dello spoilerare è una sottile voglia di esibizionismo, non aver timore: non sei solo. Il mondo è pieno di gente che vuole diventare famosa: pensa a tutti i concorrenti di Amici, alle mogli di Al Bano, agli influencer su Instagram. Ma c’è una soluzione anche per te: fai qualcosa di davvero esibizionista che non faccia incazzare nessuno. Sfila nudo in Via Garibaldi facendo l’elicottero col pene, crea un canale YouTube in cui parli ruttando, apri un blog. Insomma, la realtà è piena di modi per sfogare il proprio egocentrismo in modo innocuo e salutare!

Mia mamma, che legge il mio blog anche se non mi capisce quando scrivo (a proposito, ciao mamma!), non sa cosa significa spoiler. Perché? Perché le serie che guardava lei erano ER perché c’era George Clooney, che lei chiama affettuosamente George, e la Dottoressa Giò, che se non mi ricordo male era quella fiction con Barbara D’Urso. Quando andavano in onda ER e la Dottoressa Giò, facebook non esisteva, e le possibilità di spoilerare erano molto limitate.

Non voglio ridurre tutto alla solita invettiva contro facebook. È che mi sembra che si giri sempre intorno a questo: i social network, che teoricamente sono strumenti davvero potenti, vengono usati per alimentare i nostri istinti più brutti. Come l’esibizionismo, l’acidità, la superbia. Ora, siamo umani: possiamo tollerare tutte queste colazioni, meme che non fanno ridere, foto di gatti (colpa mia, scusate), canzoni sconosciute che non piacciono a nessuno ma che figo ascoltarle, video che hanno sconvolto il web, eccetera eccetera.

Ma quando mi rovinate una storia mi incazzo.

Roba affine
4 commenti
  1. Rabb-it
    Rabb-it dice:

    Guarda che a me ER una persona riuscì a spoilerarmelo senza facebook,, me lo ricordo benissimo… ok… questa cosa che ho praticamente l’età della tua mamma non mi quadra, forse ho due tre anni di meno… ma non ne sono mica sicura!

    Io dissi qualcosa sul fatto che quella sera avrei guardato ER e questa mi dice ah no io da quando hanno fatto morire il dottor Green non lo guardo più.
    Io: Scusa, ma… tu che serie hai visto?
    .
    “Ah… scusa, è questa che va in onda ora.”

    IO: Grrrrr.

    Ora, premesso che si capiva dove andavano a parare, ma saperlo così fu… poco simpatico.

    Ah, la persona in questione col tempo ha confermato la sua imbecillità… per ben altre questioni, dovevo capirlo quel pomeriggio che tipo era!
    Meglio tardi che mai?
    Forse.

    ^_^

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.