• Quella considerevole parte di omosessuali idioti

27 MAGGIO 2013
Roba LGBT

Iniziamo da un elenco casuale di persone omosessuali, bisessuali e transessuali che dovrebbe creare nello strato più superficiale del vostro cervello un’idea positiva dell’omosessualità. La fonte è wikipedia. Disclaimer: non dico che siano tutti sullo stesso piano (anche perché fanno riferimento a momenti storici e ambiti differenti), ma diciamo che questi personaggi risultano comunemente apprezzati.

Oscar Wilde – Mika – Stewie Griffin – Tiziano Ferro – Alessandro Magno – Giulio Cesare – Freddy Mercury – Leonardo Da Vinci – Albus Silente – Pedro Almodovar – Neil Patrick Harris (quello di How I met your mother) – Marcel Proust – Michelangelo Buonarroti – Alan Turing – Pierpaolo Pasolini – Andy Warhol – Caravaggio – Samantha Fox – Elton John – Lana Wachowski (il regista di Matrix, ora la regista) – Jane Lynch – David La Chapelle – Ian McKellen – Beth Ditto – il marchese De Sade – Saffo – Jake Shears (quello degli Scissor Sisters) – Pyotr Ilyich Tchaikovsky – Bryan Singer – Gertrude Stein – Paul Verlaine – Virginia Woolf.

Potrei continuare per almeno altre venti pagine. Ora, al di là dei gusti personali e degli accostamenti arditi (Caravaggio scritto subito prima di Samantha Fox è un po’ fortino, ve lo riconosco), dovreste aver associato all’omosessualità qualcosa di positivo.

Ma adesso roviniamo tutto:

Alfonso Signorini

Capite bene che è un dramma. L’uomo tende sempre a ricordare le cose brutte, non quelle belle. E tra un gridolino di Signorini a Verissimo e una poesia di Verlaine, ci ricordiamo il gridolino, ed è quello che associamo all’omosessuale.

E così vale anche nella vita fuori dall’arte o dagli schermi televisivi: non importa quanto gli omosessuali siano in gran parte persone come tutte le altre, che vanno al supermercato, allo stadio, che hanno passioni tranquillissime che non necessariamente hanno a che fare col glitter, non importa se ci sono questi omosessuali che fanno cose intelligenti e dicono cose intelligenti e si comportano in maniera intelligente, non importa perché tutte queste cose sono rovinate da quella parte, piccola ma considerevole, di omosessuali idioti e superficiali.

La cosa assume una certa rilevanza quando si pensa che in corso c’è una lotta in cui sono in ballo dei diritti. Questa lotta viene combattuta ogni giorno da persone che, ve lo garantisco, fanno dei sacrifici enormi per la causa, e anche da persone che fanno meno sacrifici ma si sforzano di crederci. Ma tutti questi sforzi vengono distrutti ogni volta che qualcuno appartenente alla piccola ma considerevole parte di omosessuali idioti e superficiali fa qualcosa senza pensare.

Una cosa è essere sé stessi, che è un diritto, ed è ciò che è in ballo. Non mi fa arrabbiare l’ostentazione di certi atteggiamenti, perché possono essere una reazione all’omofobia o alla repressione subita. E non mi disturba nemmeno il riconoscersi in certe icone dell’arte o dello spettacolo, perché può essere un modo per integrarsi o sentirsi simili a qualcuno. Mi delude, invece, la ricerca artefatta della superficialità, il voler stupidamente rendere bidimensionale la propria persona, diventare per forza una macchietta. Che è esattamente il contrario di essere sé stessi.

Non ci sono soluzioni. Una volta appurato che se vogliamo che qualcosa cambi bisogna che i primi a sforzarsi siamo proprio noi gay (che dovremmo smetterla innanzitutto di reprimerci o autoghettizzarci), non c’è altro da fare. Non si può estirpare la stupidità dall’uomo. È questo il punto: così come esistono gay intelligenti e etero intelligenti, esistono anche gay idioti e etero idioti. Dobbiamo combattere le generalizzazioni pensando che se associamo tutti i gay a Signorini, allora potremmo associare tutti gli etero a Flavia Vento. Dio ce ne scampi e liberi, insomma.

La conclusione è che l’esistenza stessa della considerevole parte di omosessuali idioti dimostra inequivocabilmente che siamo tutti uguali, gay e etero.

Stesse potenzialità, stessi limiti.

E stessa capacità di amare.

A proposito, questa è una poesia di Verlaine.

Dormite, innamorati! Mentre attorno a voi 
il mondo disattento alle cose delicate, 
rumoreggia o giace in sonnolenze scellerate, 
senza neppure, è così sciocco!, essere geloso di voi.
E quei risvegli franchi, chiari, ridenti, verso l’avventura 
di fieri dannati di un più magnifico sabba? 
E salve, testimoni puri dell’anima in questa lotta 
per l’affrancamento dalla greve natura!

Roba affine
32 commenti
  1. Cervello Bacato
    Cervello Bacato dice:

    Eh purtroppo è vero.. Io ti dirò, una caratteristica che noto in Signorini, che tu porti come esempio, è una qualche ostentazione di superiorità rispetto a tipo.. Il mondo! Un atteggiarsi da altezzoso. Non so se riesco a farti intendere. Ecco, è una cosa che davvero non sopporto, ma questo in generale mi accade con tutte le persone, gay o no che siano. Perché cazzo devi fare il superiore santoddio?!?! Quindi, sto un po' sviando dal discorso. Però hai ragione, ci si ricorda spesso dei difetti delle persone. O di cose che non ci piacciono, o che sono eccessivamente vistose. Molti ad esempio associano gay al gay pride, e gay pride a uomini e donne mezzi ignudi (ovviamente solo una parte) che fanno atti abbastanza volgari. Io stesso non sopporto la volgarità in piazza, per strada, insomma fuori contesto. Però è anche vero che se si comportano in tal modo un motivo c'è. E quindi mi sento di dire che va bene anche così. In un modo o nell'altro bisogna farsi sentire, e ogni tanto il fine giustifica i mezzi

    Rispondi
  2. Raffy
    Raffy dice:

    Sono d'accordo. La cosa peggiore di Signorini è che in realtà è una persona molto più colta di quanto possa sembrare, ma si riduce a fare la macchietta: è un esempio classico di intellettuale venduto, sottomesso, per di più, a un padrone che incarna in sé omofobia, machismo e tutti i peggiori luoghi comuni che circolano su noi italiani. Ad ogni modo la lista di gay di cui andar fieri è lunga e soddisfacente, e si potrebbe continuare… con Harvey Milk, per esempio. In Italia, ci sono anche una Vladimir Luxuria e una Paola Concia che non butterei affatto via, per quanto siano purtroppo delle voces clamantis in deserto.

    Rispondi
  3. Ponga
    Ponga dice:

    Il pensiero che tu hai verso gli omosessuali idioti, rispecchia quello che formulo spesso verso le donne idiote. Siamo mica solo tette e culi, per dire. Le Donne sono ben altro.Temo che l'idiozia si distribuita (purtroppo) in ogni dove. C'è un detto che recita: mal comune, mezzo gaudio. In questi casi mi sa che si riduce semplicemente a "mal comune…mal comune".Ma sono fermamente convinta che gli intelligenti, i seri, i validi prima o poi ce la faranno, uomini donne etero gay mori biondi rossi alti o bassi che siano =)

    Rispondi
  4. Anonimo
    Anonimo dice:

    Chapeau!Solo una cosa: ci sono intelligenti che fanno gli stupidi che, secondo me, son molto peggio.Per il resto concordo a pieno: siamo liberi essendo uguali, nei pro come nei contro.D'altronde esiste un principio chiamato "suffragio universale", ergo …*D*

    Rispondi
  5. Gabri
    Gabri dice:

    …a parte il mio amore per Verlaine, per la poesia -che supera qualunque etichetta, sesso e religione- e per le persone intelligenti (questo mi sembra di averlo già spesso sottolineato…sto diventando noiosa :D), ti dirò che io mi sento fortunata: ho conosciuto veramente pochi gay idioti, così come pochissime bionde svampite, maggiorate "facili" e sacerdoti donnaioli… Questo per dire che magari a volte chi vede solo la minoranza idiota, invece di considerare la stramaggioranza intelligente, forse è perché ne fa parte 😉

    Rispondi
  6. erre63
    erre63 dice:

    io penso che di idioti/e è pieno il mondo al di là dell'orientamente sessuale di ognuno. se qualcuno diventa una macchietta lo fa secondo me perchè deve emergere in televisione deve in qualche modo farsi notare, siccome non è più moderno farlo con l'intelligenza ognuno usa dei mezzucci (vale per uomini e donne. nel mondo reale non mi sembra di vedere esasperati certi comportamenti, anzi non mi viene nemmeno da pensare o catalogare una persona dalla sua preferenza sessuale. roberta

    Rispondi
  7. ess&mme19
    ess&mme19 dice:

    A pensare che uno studio (più statistico che psicologico) dice che i gay sono più intelligenti degli etero, il che è vero dal mio punto di visto se applico il risultato al campione di persone che conosco. Credo che chi si rifà solo alla macchietta è perchè non conosce nessun omosessuale di persona e l'unico che ha mai visto da vicino è Signorini, come al solito è questione di ignoranza. Te pensa che a metà degli anni 80' la mia nonna che non aveva mai visto un rumeno se li immaginava tutti come Sandokan! Chissà che connessioni ci vedeva…

    Rispondi
  8. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Cervello Bacato: infatti il gay pride è un caso a parte, in questo sono d'accordo con te. Il gay pride ha, tra gli altri, anche lo scopo di porre l'accento sul problema della questione omosessuale, che spesso è un argomento che si affronta solo in campagna elettorale o per sviare l'attenzione da altri argomenti. Raffy : concordo su tutto. Per quanto riguarda Signorini, non è difficile notare che sarebbe anche dotato di una bellissima dialettica, il problema è quello che rimarchi anche tu: fa la macchietta. Proprio ieri mi è capitato di sentirlo in radio, e stava offendendo qualcuno dandogli del trans. Su Milk, Luxuria e Concia condivido. Pans Pots , grazie ^_^ Ponga: hai pienamente ragione. Io tiro in causa la questione dei gay perché è sopratutto lì che mi ritrovo, ma lo stesso ragionamento si può applicare anche alle altre categorie "delicate", quelle più vittima di pregiudizi. Le donne innanzitutto. 4icingonthecake, eheheh, ti ringrazio, anche se rispetto e stimo e sono devoto alla maggior parte dei personaggi che figurano nell'elenco iniziale per potere in qualche modo paragonarmi a loro 🙂

    Rispondi
  9. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    *D* : gli intelligenti che fanno gli stupidi spero proprio che abbiano un motivo molto forte che li spinge a comportarsi così. Sennò non me li spiego! 🙂 Gabri , questo può esser vero. Diciamo che se non sei dentro il mondo in questione è più facile che tu ti trovi a contatto con gli esponenti di quel mondo più vicini al tuo modo di vedere le cose (idioti con idioti, bionde con bionde, …). Io però ti assicuro che di omosessuali idioti ne conosco a catinate! Elvira , grazie ^_^ The Mist , su questo non c'è alcun dubbio 🙂 L'importante è non associare, nemmeno inconsciamente, l'idiozia all'orientamento sessuale! erre63 : il tuo ragionamento può essere vero, infatti per quanto riguarda il mondo della televisione o dello spettacolo concordo con te. Però credimi, anche nel "mondo reale", come dici tu, ci sono elementi che esasperano quei comportamenti. Se posso da un lato capire Signorini, che fa la macchietta per soldi, dall'altro non capisco chi non ci guadagna niente. Gente che si mette in mostra, come se fosse un fenomeno da baraccone. Quelli non li sopporto.

    Rispondi
  10. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    ess&mme : ovviamente concordo con te sul fatto che è una questione di ignoranza (e di superficialità di pensiero, aggiungerei) e l'aneddoto di tua nonna è favoloso 🙂 Aggiungo che purtroppo, secondo me, ci sono certi omosessuali (quelli di cui parlo in questo post, appunto), che ad un etero ignorante/superficiale non farebbero altro che confermare l'idea che i gay siano tutte macchiette. È questo che non sopporto! ._. Rabb-it , esatto, così come nessuna distinzione è fatta dall'intelligenza, dalla bellezza, dal colore dei capelli… 🙂 ero Lucy , eh, magari! 🙂 Gua-sta Blog , grazie, mi fa piacere ^_^ SpeakerMuto , credo che la Fox sia addirittura sposata con una donna. Aspetta che controllo su wikipedia… 😛 Sì, dunque, pare che per il momento sia solo fidanzata ufficialmente con la sua agente Myra, ma ha dichiarato di volersi sposare civilmente. "La amo completamente e voglio vivere il resto della mia vita con lei". ♥

    Rispondi
  11. Cristina
    Cristina dice:

    Io ho sempre odiato e odierò sempre le generalizzazioni. Il fare di tutta l'erba un fascio. no, no e ancora no. Non è vero che gli italiani sono tutti ladri.Non è vero che gli arabi sono tutti kamikaze.Non è vero che gli albanesi sono tutti violentatori.Ecco. Mi fanno schifo queste considerazioni. Mi hai fatto venire in mente mio padre e i suoi commenti su Signorini 😀

    Rispondi
  12. Baol
    Baol dice:

    Vabbè ma che c'entra, io Signorini già fatico a metterlo tra gli umani, sai cosa me ne frega del genere.E comunque, ok Caravaggio ma anche le tette della Fox erano un capolavoro!

    Rispondi
  13. Emil
    Emil dice:

    Condivido completamente! E' una vita che combatto con la definizione di omosessuale (leggi checca) che accompagna una preferenza sessuale. Non è detto che se mi piacciono gli uomini debba essere Signorini o debba indossare sotto ai jeans delle mutande rosa glitterate. Anzi.Comunque è la prima volta che passo qui, mi piace molto come scrivi! Ci rivedremo presto :)Abbraccio,Emil

    Rispondi
  14. xanthippe
    xanthippe dice:

    E chiamalo fesso Verlaine. Rimbaud era un figo della madonna. "Moglie? Ho una moglie? Ciao, moglie, ciao."(Mo', battute cretine a parte, quella relazione ha prodotto "Romances sans paroles" e "Une saison en enfer". Per dire. Signorini suca.)

    Rispondi
  15. Anonimo
    Anonimo dice:

    Alessandro Magno – Giulio Cesare – Leonardo Da Vinci – Michelangelo Buonarroti – il marchese De Sade – Paul Verlaine – qualche Imperatore di Roma….. come fate a sapere che queste persone erano realmente omo, avete vissuto nella loro epoca?Oppure parlate a copia incolla di certi pseudo professori, satrapi saputi che si ergono a conoscenza della storia con le loro fantastiche supposizioni estrapolate da elementi interpretativi del tutto personali(il mondo è pieno di questi grandi conoscitori!!! vedi modigliani il + recente…. Ahhh. Detto questo, ritengo superfluo parlare di tutti gli altri personaggi figli e schiavi dei media moderni:tv, cinema, riviste patinate ecc.. che per compiacere a qualche idiota si porta dietro a calamita altri idioti. Siccome sono una persona fondamentalmente dissacrante che vive la vita in modo reale e non si fa incantare da nessuno,il pensiero è il seguente: La natura è una cosa meravigliosa ma commette anche dei sbagli. Purtroppo nessuno lo riconosce(o non vuole riconoscerlo apertamente per non crearsi problemi…e avere sotto casa gli isterici che gli gridano contro) il fatto certo è che gli omo sono persone il cui cervello ha avuto un cortocircuito e le informazioni sessuali dei neuroni non combaciono con quelle reali.Da qui i problemi esistenziali di queste persone. La domanda è sono da curare? se si come!Ci vorrebbe un genio della chirurgia che al momento non esiste. Tuttavia, la natura nel contempo ha cercato di rimediare in modo autonomo a questa imperfezione,infatti si potrà facilmente riscontrare che le coppie omo in realtà non sono totalmente dello stesso sesso,c'è sempre una figura preponderante maschile e una femminilein gergo definite(una passiva e una attiva). In questo modo la natura cerca di riallineare quelle che si chiamano forze universali dove il negativo è attratto dal positivo e i neutri in attesa. Altrimenti nulla esisterebbe e avrebbe senso.Gjankys

    Rispondi
  16. Alfredo
    Alfredo dice:

    I neutri sono in attesa in che senso? Intendi dire che coloro che non hanno ancora capito da che sponda stanno attendono, questo l'ho capito, ma cosa attendono esattamente? Devono stare attenti ad attendere, in quanto ciò che si attende prima o poi arriva! Inoltre è interessante notare che, in caso di cura, proporresti la chirurgia (WTF..??), in nome di forze universali che presumo tu abbia dedotto dall'enciclopedia Wicca. Sarebbe utile un approfondimento maggiore. Ma soprattutto, una volta curati, ti sei chiesto cosa farebbero? Secondo il tuo ragionamento, che non fa una piega, potrebbero diventare entrambi attivi, il che porrebbe a uno di loro il dilemma di trovare un altro passivo; il quale, sodomizzato dal precedente, si ritroverebbe passivo e dovrebbe sodomizzarne un quarto, e un quinto (altrimenti nulla avrebbe senso); si arriverebbe insomma all'orgia universale. Comunque sì, io ho vissuto all'epoca di Leonardo Da Vinci e posso assicurarti che non era gay. Era però un famoso monaco buddista.

    Rispondi
  17. Anonimo
    Anonimo dice:

    Qui se c'è un cervello che ha fatto un corto circuito è il tuo.E non aggiungo altro.Informati bene e magari non solo ascoltando chi odia i gay… se ce la fai ovviamente. Mara

    Rispondi
  18. 4icingonthecake
    4icingonthecake dice:

    Caro anonimo, posso assicurati con certezza che non sono gli omosessuali ad avere "un corto circuito" in testa (come lo definisci tu), ma sono le persone che la pensano come te ad averlo.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.