• Quei pop corn che non fanno pop

5 LUGLIO 2017
Cose che mi succedono

Quando sono di ottimo umore faccio un gioco che consiste nell’elencare tutti i miei fallimenti e scegliere il peggiore. Il godimento, in questo caso, è rappresentato dal riuscire a trovare ogni volta quel difetto particolare, quel progetto non andato in porto, quel preciso aspetto della mia personalità, e convincersi, attraverso inconfutabili argomentazioni, che faccio effettivamente schifo.

Siccome sono progettato da un architetto cretino, subito dopo mi sento in colpa per essere così gratuitamente patetico e vittimista, perciò cerco di autoconsolarmi giustificando alcuni tratti negativi di me che di solito sono quelli che arricchiscono il mio carattere con sfumature di umana tenerezza.

Non è che cedo alle leggi del consumismo, è che avevo proprio bisogno del telo da mare dell’Einaudi”

Non è che sono geloso, è che se fai un complimento a G. poi potrei staccarti gli occhietti dalla faccina”

Non è che non so cucinare, è che il mais fa così bene che mi sembra un peccato non inserirlo in ogni mio pranzo”

Facendomi un giro su Wikipedia, ho scoperto che il granturco è veramente un’entità affascinante, e questo è stato sufficiente per giustificare i miei pranzi a base di pane, prosciutto crudo e mais. Ci sono un sacco di studi scientifici sui pop corn.

Sono finito sulla pagina dei pop corn dopo che due mie favolose amiche hanno regalato a me e G. una macchinetta per prepararli. È uno strumento molto utile, perché tu inserisci gli ingredienti e lui te li risputa cucinati. È praticamente un Bimby, solo che, beh: funziona solo con i pop corn, ma non devi accendere un mutuo per comprarlo.

Io e G. abbiamo notato, però, che una buona parte dei chicchi inseriti non scoppia. Osservare il mais irrisolto sul fondo della scodella mi ha stimolato a cercare un modo per riciclarli: mi è venuto istintivo provare a ributtarli nella macchinetta. Ma niente. Questi pop corn non volevano proprio sbocciare.

Così ho fatto quello che qualunque millennial fa in una situazione di incertezza: ho aperto Google.

E su Wikipedia ho scoperto che la causa per cui a volte i pop corn non scoppiano è una falla presente nell’involucro esterno del seme, tale per cui l’umidità esce e non si raggiunge la pressione necessaria a generare l’esplosione. Poi le informazioni più accurate le leggete su Wikipedia – è incredibile la quantità di studi idioti che riescono a fare nelle Università americane.

Insomma: la causa per cui a volte i pop corn non scoppiano è intrinseca al pop corn stesso. Il mais non ci può fare niente, se a volte non scoppia. Deve accettarlo, e magari dedicarsi a condire le insalate, che comunque salvano almeno due pasti a settimana, nel mio caso.  A volte le cose che non riescono non dipendono da noi.

Roba affine

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.