Lettera aperta a Zucchero Sintattico

Ciao blog.
Ho deciso di scriverti perché non l’ho mai fatto. In cinque anni che esisti, non ti ho mai parlato direttamente, e credo che questo sia dovuto al fatto che un certo quantitativo di sanità mentale sono riuscito a mantenerlo; ma ormai sono partito, svitato, svanito, completamente esaurito, e pertanto posso permettermi di scriverti, anche se in realtà tu sei la parte virtuale di me, nel senso che io in questo momento sto scrivendo a un’entità non pensante, ma cambiamo argomento che è un attimo poi che mi internano e senza dirmelo comprano da mia madre i diritti per fare un film su di me, una di quelle cose tristi che mandano su Rai 5 in seconda serata.
Caro blog, prima di scriverti mi sono riletto qualche post di questi cinque anni. È buffo, perché ci si accorge bene di quanto sia cambiato. Be’, ovviamente adesso scrivo un pochino meglio, e ho imparato anche a dosare le parole in modo da filtrare solo le sensazioni che voglio pubblicare. In pratica, tu non sei proprio proprio me, così come i miei altri profili virtuali non sono proprio proprio me. Non credo che sia un grande vantaggio, in realtà, perché poi le persone iniziano a fare confusione tra te e me, leggono te e credono di conoscere me, con la conseguenza che per far conoscere me (e non solo te) devo faticare un po’ di più. Ma preferisco così, perché odio spiattellare su internet quello che provo. Quello che penso, ecco, quella è un’altra cosa. Anche perché di solito penso scemenze. Se c’è una cosa di cui ho il coraggio, è della mia demenza. Tutti dovrebbero avere il coraggio della propria demenza.
Nell’ultimo anno, poi, direi che sei stato fondamentale. Certo, mi aspettavo che mi assumessero nello studio grafico quando ho detto loro di te, ma tra tutti i post che potevano leggere, sono andati a finire proprio su quello con le mie conversazioni su Grindr. Sei stato importante per un sacco di cose, in quest’ultimo anno, e tra quelle che voglio dire ci sono sicuramente i Macchianera Italian Awards. Siamo arrivati quinti, che è una posizione oltre ogni aspettativa. Ho quasi rischiato di montarmi la testa, ma sono realmente troppo sfigato per farlo. Questa cosa della sfiga, alla fine, è una fortuna.
Ho la vaga percezione che questa lettera faccia sfrantecare le palle da quanto è noiosa. Per ravvivarla ci sono due strategie: la prima è quella di inserire qualche cazzo di fottuta espressione colorita, cazzo, e la seconda è quella di concludere. Volevo concludere ringraziando i tuoi lettori: quelli di ora, che sono tanti, adorabili, cattivelli, sapientini, riservati; e quelli che se ne sono andati, perché non gli piaccio più o perché hanno di meglio da fare o perché è finita o perché ora mi odiano o perché io li amo; e poi quelli che ci sono sempre stati, silenziosamente o meno, perché sono un po’ la famiglia di Zucchero Sintattico, che è una bella famiglia. Se sei riuscito a farli sorridere anche solo mezza volta, o a farli pensare/emozionare/distrarre in qualche modo, se tu sei riuscito a fare questo, allora io sono soddisfatto.
Tanti auguri, Zucchero Sintattico. Cinque anni di scemenze. Tra parentesi.
23 commenti
  1. Rabb-it
    Rabb-it dice:

    Oh bene… ora so cosa fare tra due anni.Linkerò questo post da me, ma una settimana prima. (Robe da programmarlo già… poi se io sul mio non scriverò niente per i prossimi due anni sarebbe un attimo complicato spiegare come mai lo linko, ma se non ci scrivo niente per due anni chi mai vuoi che lo legga?)Perché tra due anni?uhm… te lo spiego la prossima volta. Per oggi ho scritto a sufficienza.ah sì, dimenticavo: AUGURI!

    Rispondi
  2. Doctor Ci.
    Doctor Ci. dice:

    Il primo post che ho letto sul blog, quando ti ho conosciuto, era la recensione-rivisitazione della canzone "Ma si, ma no, ma su, ma dai" di Andrea Cardillo (che non so dove sia finito, ma manco chi sia). Da allora non mi sono perso un post. Perché anche se ora siamo un po' lontanini leggere i tuoi post mi fa sentire vicino.Auguri Zucchero Sintattico :*

    Rispondi
  3. Ade
    Ade dice:

    Auguri zuccherino.Io da qui ci passo sempre, anche se spesso in silenzio. E riesci sempre a strapparmi un sorriso e, a volte, anche una bella risata.Non è da tutti.:**

    Rispondi
  4. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Cervy Grazie e… a presto! 🙂 Rabb-itAhahahah non ho capito niente ma è un anno e passa che mi segui quindi: Grazie ♥ Doctor Ci. E Cardillo lo abbiamo visto ai provini di X Factor quest'anno, ti ricordi? :3Comunque il post era questo: https://www.zuccherosintattico.it/2011/02/manomasimasumadai.htmlGiusto, possiamo fare un GIOCO.Perché non mi dite il primo post che vi ricordate di aver letto? O magari una frase o un'immagine che vi ha colpito, o fatto ridere, o che so io? Così poi le rivado a cercare e penso ai bei tempi andati… AdeTu sei meravigliosa :* Marco Goi Grazie Cannibal! (anche se l'hai tolto dal nick, io ti chiamerò sempre così, anche quando sarai un critico famoso!)

    Rispondi
  5. Anonimo
    Anonimo dice:

    Compliments!A me restano ancora impressi gli auguri di fine/inizio anno, anche se non è la prima cosa che ho letto (ma, si sa, la psiche non va in ordine crono-logico).*D*

    Rispondi
  6. Sara T.
    Sara T. dice:

    Auguri augurissimi! Anche io sono una di quelle lettrici silenziose. Ma leggo sempre e ogni tanto mi affaccio in punta di piedi :PUn abbraccio

    Rispondi
  7. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    MikiMoz Grazie! El_GaeMaffigurati Stratobabbo! PataliceAwww :3 DQuel post mi venne stranamente bene, ecco. MisantrophiaGrazie bellina! 🙂 Sara T. Lo so che mi leggi, lo so :)Nebulah! Anonimo Be', lo definirei più "sadomasochismo", o anche "culo che rode", fai tu :p MarevaGhi ♥

    Rispondi
  8. Rabb-it
    Rabb-it dice:

    Tra due anni il mio ne fa 10… ne ha fatti otto settimana scorsa, per quello lo linkerei una settimana prima. Anzi… la bozza è già pronta a dire il vero. Con titolo 5X2 :-PCapito ora? 😉

    Rispondi
  9. La Princess S.
    La Princess S. dice:

    Eh sì, eh sì, facciamo gli anni quasi insieme! Il tuo è stato un blog fonte di grandissssima ispirazione per la sottoscritta, quando ancora non aveva il coraggio di parlare di se in uno spazio suo e si limitava a qualche sporadico commento qua e là.Quindi grazie e auguri!

    Rispondi
  10. Matteo
    Matteo dice:

    Ti ho già fatto i miei blog-auguri su Twitter, ma mi ripeto qui (e scusa il ritardo :P). Tanti auguri! Anche se non scrivo spesso ti seguo sempre e mi sei di grande ispirazione. Grazie.

    Rispondi
  11. gegge
    gegge dice:

    Allora, pensa che per commentarti ho battuto la mia leggendaria pigrizia e sono andato nelle impostazioni a capire come togliere il blocco cookies che mi impediva di commentare… (oppure magari i commenti precedenti prima o poi usciranno ed allora leggerai 5 miei diversi commenti uguali) ma tant'è…. che si fanno gli auguri , in questi casi?Buon lustro, allora… ;)Riguardo al film tv, magari con Elio Germano ad interpretarti, passato la sera della finale dei mondiali in cui gioca l'Italia… ;)(ps nel caso in cui escano messaggi doppi, tripli o quintupli, scusa)

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.