Siamo tutti bipolari

Tempo fa sono uscito con un ragazzo che si autodefiniva bipolare. A dirla tutta si autodefiniva anche bisessuale, e questo mi ha fatto pensare che fosse inconsciamente attratto dalle parole che iniziano per bi, e magari indagando meglio avrei scoperto che si sarebbe autodefinito anche bimensile, bilocale, bimotore, binocolo, biossido di carbonio e bidet
(se non l’avete già capito: non è andata, e questo mi dà il permesso di parlarne malissimo e sputtanarlo in tutti i modi in tutti i luoghi e in tutti i laghi)
Ad ogni modo mi incuriosì questo suo rivelarmi, dopo appena mezz’ora di appuntamento, di essere affetto da una sindrome psichiatrica che può essere molto grave. Per carità: è vero che nel gergo comune si usa la parola bipolare come sinonimo di lunatico, ma questo tipo (che ricordo essere pelato, basso e brutto, l’ho già detto che non è andata?) studia Medicina, e ho pensato che un aspirante medico dovrebbe utilizzare la terminologia clinica un pochino più propriamente.
Per sincerarmi che non avrebbe avuto bisogno di un ansiolitico di lì a poco, gli ho chiesto cosa intendesse per “bipolare”. Eh – mi ha risposto – che cambio umore facilmente
Sì ciao. Tu non sei bipolare, tu sei lunatico, tu sei instabile, tu hai bisogno di recitare in un musical per sfogare il tuo smisurato egocentrismo, ma non sei bipolare. Non è andata, vi rammento, abbiate pietà. Gli ho detto: beh, senti, ne riparliamo dopo che hai dato Psichiatria.
Questo appuntamento mi ha fatto riflettere riguardo varie cose: intanto che un sacco di gente photoshoppa esageratamente le foto che ti manda in chat. E poi che c’è una differenza tra l’essere interessanti e il volerlo essere. Se sono costretto a inventarmi di avere un disturbo psichiatrico per attirare l’attenzione, ho davvero bisogno di una flebo di autostima. 
Nel senso, meglio aprirsi un blog.
47 commenti
  1. Pier(ef)fect
    Pier(ef)fect dice:

    se vuoi ti presento la mia vicina di casa, è davvero bipolare, l'unico accorgimento è stare attenti che prenda i farmaci e non ti butti dalla finestra insieme a piatti e zerbino, ma per il resto è pure passabile 🙂

    Rispondi
  2. MichiVolo
    MichiVolo dice:

    La cosa più triste di questi tipi/e qua è che devono per forza inventarsi un'anomalia per attirare l'attenzione, come se l'anormalità fosse qualcosa di eccezionale, qualcosa a cui riservare un'enorme importanza. E ok, questo ci può pure stare perché bisogna sempre vedere che concezione uno ha di normalità-anormalità, ma se, semplicemente, uno fosse se stesso, senza artifici, giri di parole, senza stare lì a mettersi etichette….non sarebbe più bello? "Vivi per quello che sei e stop, perché alla fine ognuno avrà un'idea di te che non sarà mai uguale a quella che hai tu di te stesso". Ecco, io direi questo al tipo con cui non è andata e a tutti quelli come lui!

    Rispondi
  3. Elefanti Tristi & Morbidi
    Elefanti Tristi & Morbidi dice:

    appena sono arrivata al "studia medicina" ho iniziato a ridere. Uscivo con un futuro medico e la sanità mentale non era il suo forte, diciamo. Probabilmente dato il numero elevato di studenti..ci sarà di riflesso una maggiore quantità di gente..storta? :)Elefanti Tristi

    Rispondi
  4. alana87
    alana87 dice:

    Chiaro caso di essere umano egocentrico e con evidente bisogno di costanti attenzioni!Se esordisci ad un appuntamento dicendo che sei bipolare:- o vuoi innescare nell'altro la sindrome della croce rossina;- o vuoi far colpo nella speranza di risultare più vissuto ed affascinante (che, poi…parliamone. Far colpo dicendo che hai una sindrome non proprio facilmente gestibile è davvero un'ottima strategia.);- o, appunto, non sai cosa significa ma lo butti lì, questo termine, tanto per fare colore. Come un intercalare, del tipo "fondamentalmente, sinergia, definitivamente, idiosincrasico, BIPOLARE".In ogni caso hai tutto il mio appoggio nella tua opera di sputtanamento :DE sei simpaticissimo, come sempre!Gloriahttp://latorredavorio-alana87.blogspot.it/

    Rispondi
  5. Mareva
    Mareva dice:

    La chiusa è stata un colpo da maestro.Comunque la riflessione sull' "esser interessante e volerlo essere" è molto nella e stimolante. Ci penso spesso anche riguardo me stessa. E penso che sia questa la differenza tra chi affascinante lo è davvero e tra chi viene smascherato dopo tre minuti.

    Rispondi
  6. guesswhatiminlove
    guesswhatiminlove dice:

    Secondo me è l'effetto wikipedia: la gente si mette a cercare termini a caso e li cita per essere figa…Non so perchè, ma da come l'hai descritto mi immagino questo tizio come Lino Banfi nel film "Vieni avanti cretino". Hai presente la scena col Dott. Thomas? XD

    Rispondi
  7. Anonimo
    Anonimo dice:

    Mi pare un consiglio assennatissimo.O un diario, ché rileggersi fa sempre bene.Ma a me, cmq, fa più curiosità un'altra cosa: tu ci puntavi o era na cosa solo sua?*D*

    Rispondi
  8. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Chiara , ti ringrazio 🙂 Lo faccio anche per voi medici! poison , uhm, quello che dici ha senso. Però allora tanto vale rivelare il disturbo psichiatrico che si possiede, invece che dirne uno dal nome figo! 😛 Piereffect ahahah! Comunque non ci tengo a conoscere persone perché sono bipolari. Se conosco una persona e questa è bipolare, è un altro discorso 🙂 Baol mavaaaaaa 🙂 :* Misantrophia , vero? Come perdere tempo. Elisa Pucci ahahah grazie Eli 😀 Rumplestils Kin , perché sa fare a photoshoppare le foto, che ti ricordo essere la prima cosa che ho imparato da questo appuntamento 🙂 Aleja B , grazie! E certo che il mio tipo sei tu, splendore 🙂 Di certo non questo pazzo. Comfort_noise , a te lascerò come commento un ambiguo " 😉 " di intesa. Tiz VIVA GESU'! Gurino , ahhh, quello esiste sì! esse&emme Solo se mi fai una valdostana delle tue <3 ! ero Lucy 🙂 Non si dice piacere , manfatti, siamo tutti bipolari. ComunicazioneConsapevolezza , grazie per le belle parole, apprezzo molto 🙂 MichiVolo : Blogger mi aveva messo il tuo commento nello spam, da solo, meno male me ne sono accorto 🙂 Comunque concordo, per quanto scontato e disneyano possa essere questo motto, è anche la mia filosofia. Le Mille Me , ma infatti tu sapessi quanti blogger bipolari esistono! Elefanti Tristi , per ragioni che non sto a spiegare è meglio se mi astengo dal replicare al tuo commento 🙂 🙂 🙂

    Rispondi
  9. 4icingonthecake
    4icingonthecake dice:

    Anche io non ho mai capito perchè le persone, per sembrare interessanti, debbano sottolineare la propria insanità mentale. Tutta copa di Jonnhy Deep che in Alice in wonderland dice "tutti i migliori sono matti"!:)

    Rispondi
  10. xanthippe
    xanthippe dice:

    Io gli avrei detto: "Tu sarai bipolare, ma io ero bivocale. Vicino a me non sei nessuno!"(Potresti presentargli quello dei raggi, però. Così, l'impressione mi dice che assieme starebbero benissimo… Scemo+Scemo.)

    Rispondi
  11. CirINCIAMPAI
    CirINCIAMPAI dice:

    Tutta colpa delle star se "bipolare è figo"…vedi Britney vedi Catherine!La parola giusta, secondo me, è ciclotimico ma non la uso mai perché al commento"ok, hai le tue cose" la vena omicida comincia a pulsare a pulsare a pulsare…

    Rispondi
  12. La deriva dei continenti
    La deriva dei continenti dice:

    "beh, senti, ne riparliamo dopo che hai dato Psichiatria." é fantastica! A lui non é caduta la faccia a quel punto?! Anche io ho conosciuto un bipolare, nella sua fase up, cioé sotto trattamento massiccio di psicofarmaci. Era sempre carico a palla poveretto e quando lo incontravi..sai no… il solito ciao-ciao-come va? lui rispondeva sempre "de puta madre!!" (ero in Spagna) cosí tutti l'avevano soprannominato Deputamadre…povero.

    Rispondi
  13. Erika
    Erika dice:

    sono sicura che l'avere un blog aiuti moltissimo chi ha bisogno di staccare un momento, magari se si ha bisogno di sfogarsi ma dal vivo non può.. no davvero, senza scherzi secondo me è un ottimo esercizio per la mente 😉 comunque, lasciali perdere quelli che si definiscono BI.. o sei, o non sei.. tutt'e due è troppo 😛

    Rispondi
  14. Olòrin
    Olòrin dice:

    adoro adoro adoro!!! (devi convincermi a scriverti qualcosa di diverso nei commenti…ormai stanno diventando tutti simili!)Grazie per avermi fatto (ri)sorridere anche oggi!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.