Questo post non parla di neve

On air: The concept, Damn
Nevica. Grandioso, avevo giusto voglia di leggere metà mio facebook che gioisce della neve e l’altra metà che se ne lamenta. Bah, scusate l’acidità. È che non mi torna un esercizio e divento bisbetico quando succede. E il fatto che non abbia trovato un sinonimo di “bisbetico” che suoni meno cinquecentesco di “bisbetico” mi rende ancora più bisbetico. Ecco, l’ho ri-scritto, tre volte. Così sono ancora più bisbetico. È un cane che si morde la coda, questo!
Comunque facebook è davvero uno strumento del demonio. Un fiocco di neve, e tutti a scrivere della neve. Una scossa di terremoto, e tutti a scrivere del terremoto. Ho come l’impressione che ci sia un certo gusto a farlo, a essere tutti uguali. E questo è un po’ triste: una delle mie “non scritte regole etiche” è che nonostante il mondo cospiri a farti diventare come gli altri, tu devi sempre cercare di rimanere te, solo te. E facebook aiuta veramente questa organizzazione che complotta l’omologazione di massa.

“Perché lo tieni?”, direte voi. “Non è mica obbligatorio, eh!”, cianceranno i più antipatici. Beh, perché non è facebook che è sbagliato. È l’uso che ne fa l’uomo. Un po’ come la bomba atomica, o il silicone. E poi perché mi permette di contattare persone che mai avrebbero voluto avere a che fare con me (sì, lo so che vi sembra incredibile, ma esistono). 
Per esempio, stamani ho scritto sulla bacheca di un gruppo musicale svedese, i Concept, la cui Damn è colonna sonora di questo post. Gli ho chiesto in maniera abbastanza adolescenziale se avevano intenzione di fare qualche data in Italia. E loro mi hanno risposto che dovevo radunare una folla di fan e sarebbero venuti! La quattordicenne che è in me ha iniziato a strapparsi i capelli dall’emozione, mentre il ventiduenne cinico&razionale che è in me ha cominciato a ripetermi che non avrei dovuto esaltarmi troppo per la risposta, perché probabilmente rispondono a tutti per cortesia, e che tanto non verranno.
Okay, ventiduenne, hai ragione, hai ragione.
Tuttavia, se qualcuno fosse interessato a sentirli dal vivo… Beh, dai, io ci provo, non si sa mai!

25 commenti
  1. FraF
    FraF dice:

    Penso che facebook raggiunga il peggio quando muore qualcuno e si trasformano tutti in becchini virtuali e prefiche, al confronto strani fenomeni climatici come la neve ( -.-' ) sono quasi sopportabili!!

    Rispondi
  2. Miss Raw
    Miss Raw dice:

    Stessa cosa che stavo pensando anche io prima, al punto che mi son chiesta se non fosse colpa mia, che mi scelgo le amicizie sbagliate…ma a 'sto punto, non credo…fiiiu…: )

    Rispondi
  3. Marzia
    Marzia dice:

    Non li avevo mai sentiti i Concept, sembrano tanto carini e allegri (ma non ho prestato molta attenzione al testo, magari parlano di pedofilia e morte e non me ne sono accorta)!Comunque sì, facebook è uno strumento di Satana, ma spesso torna utile.E bisbetico è davvero cinquecentesco! xD

    Rispondi
  4. Anonimo
    Anonimo dice:

    Bel post, però non mi vengono in mente degli usi intelligenti della bomba atomica! :/PS: anch'io voglio i the concept in Italia!PPS: (notare che non ho citato il silicone ^_^)U.

    Rispondi
  5. Katia
    Katia dice:

    Come hai ragione. Facebook è uno strumento geniale, sinonimo di tecnologia e avanzamento, ma l'uso che se ne fa è demoniaco. Potrebbe essre una grande cosa se solo non stesse diventanto un troiaio, per giunta dell'omologazione, come hai detto te!

    Rispondi
  6. Marika
    Marika dice:

    E' una cosa catastrofica Facebook. Ce l'ho anch'io e tante volte ho pensato a quanto può essere grandioso un modo di comunicare così velocemente, solo che poi ti trovi sti bimbiminchia che tornati da scuola si grattano gli zebedei e scrivono cavolate a manetta. Diciamo che più che altro lo uso per farmi gli affari altrui, che spiona! 🙂

    Rispondi
  7. Melinda
    Melinda dice:

    Ultimamente lo sto trascurando facebook e mi sento meglio, lo sai? Per quanto riguarda la risposta del gruppo: esaltati, fai uscire la 14enne che è in te…magari vengono davvero in Italia. Io te lo auguro! 😀

    Rispondi
  8. Valeh
    Valeh dice:

    chi fa parte del gruppo "si lamentano della neve": PRESENTE! ma ho talmente fatto un viaggio di caccola per tornare a casa da lavoro che sentivo la necessità di un conforto.. infatti ho scritto anche sul blog!!! 😀 e poi comunque scusa Ale.. ma mica posso parlare di neve a giugno? no?? 😛

    Rispondi
  9. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Mi do ai commenti collettivi oggi.@quelli che parlano di facebook: evidentemente non sono il solo che lo critica, allora! Però fatto sta che lo abbiamo tutti…@quelli che parlano dei Concept: evvai, siamo già a 4 fan! @quelli che parlano della neve: BASTAAAAA 🙂

    Rispondi
  10. Conte di Montenegro
    Conte di Montenegro dice:

    L'unico sistema è trollare Facebook! E' il momento di aggiornare lo stato scrivendo: "Terremoto sacla 8.9 Richter, crolla tutto! Correte in strada!"Vedrai quanti finiscono in mezzo alla neve prendendosi una bella bronchite!

    Rispondi
  11. Nora*
    Nora* dice:

    Facebook non serve niente in fondo. Per tenersi in contatto con le persone a cui teniamo esistono modi più belli, come una semplice telefonata. Di vecchi compagni di scuola, lavoro, o che ne so, in fondo a noi (e loro) cosa importa? Non ci si è visti/parlati per quanto? 10? 15 anni? Fossero anche di meno, non sono amici. Però ci facciamo gli affari di tutti, ci si illude di poter incontrare, che ne so, l'anima gemella navigando tra i profili… Ultima nota. Le foto? Perché è tanto difficile passarsele su una chiavetta USB. Come hai capito io sono totalmente anti faccialibro. Se vuoi toglierti definitivamente il link è questohttp://www.facebook.com/help/contact.php?show_form=delete_accountEd ora ti auguro un buon fine settimana! Ciao 🙂 -Nora*

    Rispondi
  12. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    @Savannah: certo! Passa pure quando vuoi :)@Nora: Naaah, non ti infervorare, non ce n'è motivo 🙂 Io non ci trovo nulla di male nell'esibizionismo, purché sia fatto consapevolmente e purché ciò che esibisci sia qualcosa di intelligente. Comunque concordo ^_^ Buon weekend anche a te!

    Rispondi
  13. 4icingonthecake
    4icingonthecake dice:

    Credo che facebook dovrebbe avere dei limiti di età: m fanno trisitezza sia i bambinetti 14enni che pubblicato le loro foto in bagno, ma anche i 60enni arrapati che metttono "mi piace" alle foto delle suddette bambinette di prima! ahhhhhhhhhhh! detto questo: qui da noi nn nevica più hihihi!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.