L’informatico buon samaritano *

On air: Goldfrapp, Ooh La La

Dunque, partirei con un assunto: mi piace quello che studio. Il problema è che solitamente quelli che studiano ciò che studio io sono molto più appassionati di me. Nel senso che anche quando non studiano… studiano. Tornano a casa dall’università, e continuano a fare cose che più o meno riguardano l’università.
E sia chiaro: li ammiro e invidio molto, per questo. Okay, li considero anche dei deviati, ma è così che dovrebbe essere. Certo che molti avrebbero bisogno di una doccia ma, per fornirli di una giustificazione, non sono sicuro che sappiano dell’esistenza del sapone. O dell’acqua.
Quindi immaginate cosa sono stati questi anni all’università: sempre io a chiedere aiuto, e mai a fornirne. Non perché io sia un bastarducolo avido di sapere, ma perché solitamente il livello di conoscenza degli altri è pari o superiore al mio. La mia amica A. una volta ha definito noi due come “intelligenze medie”, e dopo un attimo di riflessione ho convenuto che come definizione fosse calzante – e neanche troppo discriminante. Devo dire che gli informatici sono sempre molto gentili nel darti aiuto. Magari a qualcuno fa piacere poi farti pesare il fatto che ti è assolutamente superiore e che probabilmente un giorno sarà il tuo capo, ma mi è sempre parso un prezzo accettabile. Anche considerando il fatto che forse un giorno lui sarà il mio capo: io potrò sempre crogiolarmi nel pensiero di non aver mai avuto i capelli unti.
Oggi è accaduto l’inimmaginabile. Ho aiutato una ragazza in laboratorio.
Che non sapeva spegnere il computer.
Con molta umiltà le ho mostrato il tasto di End session e lei mi ha ringraziato come se fossi appena diventato il suo guru informatico (un guru che si era fatto una doccia di recente, oltretutto). Sono entrato immediatamente in modalità DELIRIO DI ONNIPOTENZA e adesso sto pensando anche che, se mai mi capiterà di avere una scarsa autostima, potrei cercarla per spiegarle come si fanno le lettere maiuscole.
* sì, come titolo fa cagare. 

14 commenti
  1. Tiz
    Tiz dice:

    Io ho sempre pensato grosso modo la stessa cosa di me rapportato agli altri fisici. Con tre importanti differenze:1) Noi di solito non dobbiamo spegnere il computer. Se lo facciamo, non è un problema connesso con la materia in oggetto2) Nessuno di loro sarà il mio capo. Chi davvero muove i soldi è convinto che i neutrini abbiano bisogno del vuoto per viaggiare, e via dicendo coi tunnel..3) Nonostante tutto, io ho comunque i capelli unti

    Rispondi
  2. Melinda
    Melinda dice:

    Io mi sentivo inferiore ai miei amici dell'uni, e pensa che ho studiato cinema!Comunque la ragazza che hai aiutato sicuramente diventerà una tua dipendente e tu il suo capo :)Buona serata Ale 😉

    Rispondi
  3. Ale
    Ale dice:

    @mez: Ovviamente! La modalità delirio di onnipotenza è ancora attivata@Tiz: vedi, per i fisici è tutto diverso! Però ho le prove che alcuni di loro si lavano. Con frequenza, dico.@Melinda: grazie dell'incoraggiamento, lo spero anch'io. Anche se forse avere dipendenti del genere non sarà molto utile :)@chaillrun: Ti piacciono le istruzioni? Volevo chiamarle "commentare for dummies" 😀

    Rispondi
  4. pollywantsacracker
    pollywantsacracker dice:

    madonna che guru, anche la spiegazione qui sopra su come postare un commento è utilissima XD.(no, vabbè, scherzi a parte. Ci sono un sacco di persone più belle, intelligenti e richhe di me, però io mi diverto molto e questa è una bellissima consolazione)

    Rispondi
  5. Ale
    Ale dice:

    @economistapercaso: Dici?!@pollywantsacracker: Io sono l'interfaccia tra l'informatico e il negato, e le mie istruzioni per commentare lo dimostrano!@Eleonor Rigby: Il manuale dice di sì :P@Mandorlamara: ehmm… In questo momento… Ho l'arrosto in forno… Ehm…

    Rispondi
  6. Paòlo
    Paòlo dice:

    Forse il problema è solo l'autostima, conosco persone che sanno fare le cose ma si sentono insicuri. E te lo dice uno che ci campa con l'informatica – sono programmatore -. Ma quando torno a casa, faccio tutto fuorché studiare altra informatica 😀 La verità è che questi sono argomenti che comunque se piacciono, li faresti 24 ore su 24.

    Rispondi
  7. Ale
    Ale dice:

    @Paòlo: penso anch'io… E ai miei colleghi piacciono *molto* questi argomenti!@dns: Mi hai fatto uno dei complimenti più belli che abbia mai ricevuto!!! 😀

    Rispondi
  8. Sara
    Sara dice:

    Io ero crudele con quelle grandi, che non capivo cosa ci facessero alla loro età e con un lavoro, a venire ad elemosinarmi gli appunti. Le compativo.Adesso che sono io "grande", tampino le mie compagne di corso per copiare da loro i compiti. Sara

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.