Mi chiamo Alessandro Bianchi e ho iniziato a scrivere questo blog nel 2008. In tutti questi anni Zucchero Sintattico è cambiato tanto, e continua ancora a farlo, come se fosse perennemente all’interno di un frullatore acceso. Diciamo che gli ingredienti sono quasi sempre l’ironia, il pallino per la parità e per i diritti LGBTQ+, i biscotti e Beyoncé. Se qualcuno mi dovesse chiedere qual è il mio dolce preferito a base di mele, risponderei la mela cotta di mia nonna. Naturalmente dubito che qualcuno mi chiederà mai qual è il mio dolce preferito a base di mele, ma vedete: è proprio questo il senso. Zucchero Sintattico esiste perché ho qualcosa di probabilmente inutile da dire e non ho alcuna voglia di aspettare che qualcuno me la chieda. Perché a me sembra urgente rispondere.

Se hai qualcosa da dirmi, puoi farlo scrivendomi a zuccherosintattico@gmail.com.

Oppure mi trovi su Instagram, Facebook e Twitter.

_

Se ti piace quello che faccio e vuoi sostenermi: wow, grazie, hai tutta la mia approvazione! Puoi farlo in due modi: con una donazione una tantum su Paypal oppure abbonandoti al mio profilo Patreon. In quest’ultimo caso, in cambio di una piccola donazione mensile, riceverai ogni mese il Checcalendario.