Aggiornamenti vari senza titolo simpatico

Prova. Prova.  Okay, funziona. Sto scrivendo dalla partizione Ubuntu del mio pc. Ubuntu è un sistema operativo, tipo Windows. La differenza principale tra Windows e Ubuntu è che su Ubuntu non so come si fanno le e maiuscole accentate, e ciò mi impedisce dall’iniziare una frase con la e maiuscola accentata in questo post.
Sto scrivendo da Ubuntu perché ho preso un virus. Stavo guardando un film in streaming, cosa che non faccio assolutamente mai (MA NON DISCRIMINO CHI LO FA), e tra l’altro era un film bellissimo e cioè Burton Fink dei fratelli Coen, guardatelo se avete tempo ma magari non in streaming non tanto per l’illegalità della cosa quanto per il fatto che poi ci prendete i virus e poi non potete più accedere ai vostri preziosissimi dati e siete costretti a farvi venire l’esaurimento nervoso e le lacrime agli occhi e un sacco di altri connotati facciali drammatici nel cercare invano di sistemare tutto. 
Tutto questo è successo Venerdì scorso, che ho dunque eletto come il giorno della settimana che odio (MA NON DISCRIMINO CHI LO AMA). Cioè, altro che Thanks God It’s Friday. Okay che il Venerdì esce Un po’ Pop, la mia rubrica di posta immaginaria che tengo su Maintenant Mensile, che bello fare marchette così, ma non è per nulla piacevole prendere un virus. Dico tutto questo perché mi rendo conto di essere stato molto poco presente ultimamente, ma adesso vorrei ricominciare a produrre. Ho un postribolo di idee. Postribolo è la parola del mese, insieme a Top Favola, che mi comunicano essere un complimento molto utilizzato nel mondo gay milanese (NON DISCRIMINO NEMMENO I GAY).
Dopo il venerdì nero, mi sono successe un po’ di cose molto carine, che vado a elencare perché sennò mi dite che parlo solo di suicidio, droghe e Spice Girls – curioso trinomio che spiegherebbe tante cose di me e di mia mamma. (A PROPOSITO, NON DISCRIMINO I SUICIDI, I DROGATI E NEPPURE LE SPICE GIRLS NONOSTANTE VICTORIA FACCIA DI TUTTO PER RENDERSI DETESTABILE).
Le cose belle che mi sono successe questa settimana da Venerdì in poi sono:
– due miei migliori amici venuti a trovarmi a Torino
– tre bottiglie di vino rosso
– un amico che mi ha regalato un barattolino di pesto di pistacchi, che è la mia nuova passione, e quando parlo di passione intendo proprio un sentimento amoroso e a tratti erotico
– uno dei miei migliori amici che ha vinto un premio per aver scritto una meravigliosa drammaturgia
– scoprire che esiste una radio che trasmette solo Beatles
– una persona a cui voglio tanto bene sta un pochino meglio e la andrò a trovare presto
– riuscire ad arrivare in biblioteca un secondo prima dell’inizio dell’uragano (NON DISCRIMINO GLI URAGANI)
– sapere che Alice Rohrwacher, che ha fatto la mia stessa scuola, ha vinto il Grand Prix al festival di Cannes
– la proprietaria di casa che ha promesso di cambiarci la cucina sotto hitleriana minaccia del mio coinquilino mezzo tedesco (MA NON DISCRIMINO I TEDESCHI ANZI SONO MOLTO SIMPA)
– un amico che è tornato in terra natìa ma non si dimentica di mandarmi note vocali contenenti versi strani e frasi in dialetto siciliano
– riportare un portafogli al proprietario senza rubare i centoquarantacinque euro contenuti al suo interno e ricevere una bella mancia (NON DISCRIMINO GLI ONESTI)
– per puro spirito culinario e scientifico ho sperimentato la pomodonara (marchio registrato da me), cioè la carbonara coi pomodorini al posto della pancetta, e ho scoperto che è praticamente un orgasmo
– aver preso con filosofia e spiccata ironia quando mi hanno detto di essere uno che discrimina le categorie umane.

Some day somebody’s gonna make you want to turn around and say goodbye
Until then baby are you going to let them hold you down and make you cry
Don’t you know? Don’t you know things can change
Things’ll go your way if you hold on for one more day

(se questo post inspiegabilmente vi dovesse suggerire vignette o disegnini, mandatemeli che li posto molto volentieri!)

15 commenti
  1. CervelloBacato
    CervelloBacato dice:

    Ahah mi hai fatto sorridere e sapere un po' di cazzi tuoi è sempte piacevole, soecie ora che so che voce hai! (fa strano ma è tutto diverso dopo Torino). Comunque bravo per il vino, ma stai all'occhio 🙂 E il pesto di pistacchi che roba è??? Va sulla pasta o è tipo nutella?

    Rispondi
  2. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    In effetti, un quarto d'ora dopo aver pubblicato questo post, uno dei miei migliori amici mi scrive che fare le e accentate maiuscole con Ubuntu è una cazzata. Molto più semplice che con windows, in effetti.ÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈ<3

    Rispondi
  3. Dracoo
    Dracoo dice:

    Per fare le altre lettere accentate, quelle non presenti sulla tastiera, fai così:ctrl + shift + uTi apparirà una u sottolineataPremi ora, ad esempio, 00f3, che appariranno attaccati alla u, sempre sottolineati, e poi premi invio o spazio. Ti apparirà la ó :DSe scopri i codici giusti (Tabella Caratteri) puoi far apparire tutte le lettere del mondo! Ý_Ý

    Rispondi
  4. Ludo
    Ludo dice:

    Ahahahah mi sono letta una manciata di tuoi post e non ho smesso un attimo di sorridere -divertita e anche colpita allo stesso tempo quando ho letto la lista delle cazzate sull'omofobia!Sei un sacco in gamba e sottolinei con ironia argomenti sensibili.Ora corro a metterti tra i blog che seguo.Un abbraccio

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a Dracoo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.