Figure retoriche, gratuite ma didascaliche

In cinese il termine “crisi” si compone di due ideogrammi che presi singolarmente significano “pericolo” e “opportunità”. O almeno così credevo quando stamani un docente ci ha portato questo esempio per motivarci – non ho capito bene a cosa volesse motivarci, ma era americano, loro vogliono sempre motivare un po’ tutti. Purtroppo ho controllato, e Wikipedia dice che non è vero. Peccato, perché mi stavo quasi per motivare.
Per modificare la luminosità del monitor ho a disposizione due tastini: sul primo è stilizzato un piccolo sole nero, e premendolo la luminosità si abbassa; per aumentarla c’è il secondo bottone, su cui il sole è bianco. È anche vero che la luminosità è inversamente proporzionale al risparmio energetico, cioè più essa è alta, più il computer consuma, e quindi meno tempo dura la batteria, e viceversa. Tutto questo per dire che la luminosità ha un prezzo, e a volte non si ha sufficiente batteria per mantenerla.
C’è una scena, in un film di Buñuel chiamato Estasi di un delitto, in cui una suora cerca di scappare da un pazzo omicida. Apre una porta che dà sul nulla e si lancia nel vuoto e muore. Guardo questa scena, e mi sembra di rivedere la mia vita. O perlomeno la trama di gran parte dei miei oroscopi sull’Internazionale.
7 commenti
  1. Rabb-it
    Rabb-it dice:

    Un po' come la famosissima frase di Voltaire, non devo citartela vero?Che in realtà è una frase di chi ha scritto la sua biografia, libera interpretazione della biografa altro che aforisma citato a ogni piè sospinto. (Grazie a MezzaTazza che mi ricordo che lo disse lei anni fa, io mica lo sapevo!)No, non è esattamente la stessa cosa, Voltaire il concetto lo avrà espresso in altri modi, ma lo avrà pure detto in qualche maniera di pensarla così, forse, qui invece di parla proprio di un errata traduzione che diventa altro. Fa niente, mi ha dato la scusa per citare Voltaire, la sua biografa e lasciare un commento sconclusionato. ^_^Quando mai mi ricapita?

    Rispondi
  2. Mareva
    Mareva dice:

    Ogni giorno è un salto verso il vuoto, no? Con la differenza che poi noi non moriamo. Sempre che quel nero/vuoto non fosse una galleria imboccata contro mano.Per questo io programmo e faccio l'ossessiva compulsiva per assicurarmi che anche oggi io possa arrivare a sera!

    Rispondi
  3. Anonimo
    Anonimo dice:

    …e poi l'importante non è vincere, ma partecipare, la mamma è sempre la mamma, la zia sempre la zia….adoro questi amerikani…."it's great, it's fantastic, it's amazing"…e subito dopo si buttano da una finestra

    Rispondi
  4. MyP
    MyP dice:

    Insomma non bisogna mai perdere la motivazione, soprattutto quando l'avevi persa e poi ritrovata.Quindi provo a "difendere" la definizione di crisi e ti dico che la maggior parte delle cose scritte su Wiki sono cazzate.Sei di nuovo motivato ora vero??? 😉

    Rispondi
  5. Rabb-it
    Rabb-it dice:

    Qualcuno ieri aveva scritto che nel suo prossimo post, quello che ha postato oggi, avrebbe messo un po' di zucchero e io invece di pensare al cantante (il post era sulla musica ci sarei dovuta arrivare) o allo zucchero semolato… ho pensato che aveste scritto un post a quattro mani te e lui. Si può? ^_^

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a CirINCIAMPAI Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.