Considerazione scema sull’ordine alfabetico (e anche sullo spremi limone spray)

Ogni tanto mi trovo a pormi quesiti dalla natura apparentemente inutile che tuttavia suscitano il mio interesse. Qualche giorno fa sono stato almeno un’oretta a ragionare riguardo lo scopo dello spremi limone spray che tra l’altro adesso è nel catalogo dei premi dell’Esselunga e lo si può vincere con un ammontare di punti tutto sommato irrisorio se si pensa alla notevole quantità di tempo che si risparmia e all’incredibile sollazzo che se ne ricava. Ovviamente dovete essere quel tipo di persone che apprezzano il gusto del limone sul cibo, altrimenti non ve ne fate niente. Per quanto mi riguarda, non lo metto nemmeno nel thè, però vi confesso che l’idea di avere un aggeggino che ti spreme il limone e te lo spruzza sul piatto in tempo reale mi diverte, farei minestre intere di succo di limone che poi però non mangerei.
Signor Esselunga se mi vuoi assumere come responsabile del marketing, sono qua. 
Comunque, mi stavo chiedendo: chi è che ha deciso l’ordine alfabetico? Nel senso: chi ha deciso che la prima lettera è la a, la seconda è la b, la terza è la c e così via? C’è un motivo o è stato fatto a caso da quello che ha inventato le lettere? Perché per l’ordine numerico è facile: prima c’è lo 0 perché hai zero biscotti, poi c’è l’1 perché hai un biscotto, poi c’è il 2 perché hai due biscotti e così via, aggiungendo sempre 1, è facile, si capisce, anche grazie alla gustosità dei biscotti, insomma non è che qualcuno ha dovuto decidere un ordine. Per l’ordine alfabetico invece no, e diamo per scontate un sacco di cose riguardo a questo. Per esempio, se la B non venisse subito dopo la A, ma venisse che ne so venti lettere dopo, io non avrei dovuto sostenere l’orale della maturità il primo giorno, con la conseguenza che forse avrei potuto ripassarmi la Rivoluzione Civile Spagnola e forse non avrei fatto scena muta quando il commissario esterno di Storia mi ha chiesto la Rivoluzione Civile Spagnola e forse ancora oggi non mi sognerei la Rivoluzione Civile Spagnola e nemmeno mi sveglierei nel cuore della notte gridando Francisco Franco signor commissario la risposta è Francisco Franco!, e questo è solo un esempio sulle conseguenze dell’ordine alfabetico.
Da grande voglio fare quello che decide gli ordini delle cose. Se non mi prendono all’Esselunga come responsabile del marketing.
19 commenti
  1. Rabb-it
    Rabb-it dice:

    Uh… l'esame orale delle scuole medie, estratti a sorte, io con la M e l'altra mia compagna con la B abbiamo avuto quasi due settimane per ripassare dopo gli scritti.A me non è servito a molto, sulle figurine marroni fatte in quella sede… meglio che taccio.Lo so, alla maturità è peggio, ma io a quella non sono mai arrivata… sia in senso scolastico che altro. 😀

    Rispondi
  2. Cervello Bacato
    Cervello Bacato dice:

    Ahahahaah sono morto, mortissimo! Quando fai di questi deliri mi piacee xDLa gustosità dei biscotti, non v'è dubbio, aiuta a capire il concetto comunque. Per l'alfabeto non so proprio cosa dirti..

    Rispondi
  3. Sandra
    Sandra dice:

    povero limone! 🙁 ma come fa quell'affarino diabolico a tirargli su tutto il succo? voglio dire: dipenderà anche da quanto è duro il limone… e il succo che c'è ai lati non viene risucchiato? boh… secondo me, al massimo tira su un po' di succo al centro, niente più! vuoi mettere il succo che potresti invece ricavare con i "metodi tradizionali"? 🙂

    Rispondi
  4. The Mist
    The Mist dice:

    Sai che il tuo dubbio sugli ordini mi inquieta alquanto? Io ho sempre avuto un problema con i colori. Dicono che il cielo sia azzurro, e l'erba sia verde, ma chi lo dice? Cioè, chi è che l'ha deciso? E adesso arrivi tu, con questo dubbio amletico sull'alfabeto, ed il panico mi assale. Quando, come un'adolescente idiota, conto le targhe straniere per vedere chi mi pensa, come faccio adesso a credere al responso? Già avevo il dubbio se usare l'alfabeto italiano o inglese, ma ora… e se poi l'ordine alfabetico è sbagliato? Se non possiamo più fidarci neanche di quello che diamo per scontato fin da quando veniamo al mondo su cosa possiamo fare affidamento? Credo di aver perso definitivamente la ragione, semmai c'è stata.

    Rispondi
  5. JuB
    JuB dice:

    Ma io voglio quello spremiagrumi!! A dire il vero mi servirebbe anche una esselunga vicina! Facciamo così, se ti assumono convincili ad espandersi a nord!

    Rispondi
  6. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Rabb trattino it , macché dici, la maturità mentale/culturale ce l'hai eccome! E comunque White Collar è un'ottima scuola secondaria invece 😀 Alessandra , vero? Hai notato con che cura ho fatto lo schemino? ♥ essemme , farò presente al presidente dell'Esselunga che una loro cliente è merito mio, e mi assumeranno senz'altro! Cervello Bacato sono contento che questo post ti sia sembrato abbastanza… bacato! 🙂 Sandra, credo che tu abbia ragione sui metodi tradizionali, ma… vuoi mettere il divertimento? 😀 The Mist, alla questione dei colori avevo già pensato anche io. Mi ricordo che ci ragionai una giornata intera, quando ero alle elementari! (ti giuro, è successo davvero alle elementari, lo dissi pure alla maestra) 4icingonthecake, eh, solidarietà. Anche per me non sono stati anni facilissimi… ._. JuB, volentieri. Presto avrò questo potere!

    Rispondi
  7. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Amleto , è vero! E i dolcetti del reparto pasticceria! Ade , grazie, se mi fai una lettera di raccomandazione… 🙂 Fata Morgana , 🙂 Tiz , oddio, veramente una bella risposta! Grazie della segnalazione! Misantrophia , chissà quante domande che ci facciamo tutti ma non palesiamo… Miss Hyde , dai, un po' kitch ma è carino ♥ Princeps M , anche questa è un'idea!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a JuB Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.