Cronaca acida di uno spaccato bibliotecario

Sono in biblioteca ed è appena successa una cosa gravissima: il distributore di merendine si è mangiato i miei sessanta centesimi senza darmi il pacchetto di schifezze che volevo legalmente acquistare, così ho dovuto sborsare altri preziosi sessanta centesimi e adesso queste patatine hanno l’amaro sapore della delusione.
Ho bisogno di distrarmi per non pensare al tragico accadimento. Potrei fare come questi due alla mia destra che si stanno sfidando a Ruzzle, o queste due alla mia sinistra che si stanno sfidando a Ruzzle, MA PERCHÉ NON CHIUDETE RUZZLE E ANDATE A SCOPARE? Scusate, sono le patatine che me lo fanno dire, scusate, scusate.
Niente Ruzzle per me, non mi va la rete sul cellulare. Allora potrei fare come questo qui davanti che studia, ma indossa sia la sciarpa che la maglietta a maniche corte, che è un po’ particolare come combinazione, no? Nel senso, faccio bene a non considerare che esiste per questa SCELTA ASSURDAMENTE IDIOTA, NO? Scusate, le patatine.
Mi concentro sul tavolo dei fighetti più in là, quelli che vengono qui non tanto per studiare, quanto per mostrare i loro maglioni attillati della Fred Perry e sbatterti in faccia il fatto che vanno in palestra. Bellini, sì, tutti ugualini, IL NUMERO SERIALE DOVE VE L’HANNO STAMPATO, SUL CERVELLO? ‘ste patatine, Dio, potenti.
Oh, ma ecco che la stragnocca si avvicina al tavolo dei fighetti. Tutti i fighetti si risvegliano e a turno cercano di fare una battuta per attirare l’interesse della femmina. Posso scorgere nei loro occhi la competizione per la conquista della di lei vagina. C’è quello con la felpa della Hollister (fighetto #1025) che è in clamoroso svantaggio, invece il finto nerd (#042) sembra recuperare punti rispetto a capelli-a-caschetto-in-stile-one-direction (#1D), che è dato per vincitore. Ma… aspettate… colpo di scena! Lei si va a sedere da sola, rispettando effettivamente la regola per la quale una lucchese non la dà mai. NON IN BIBLIOTECA, ALMENO. Patatine, sì.

25 commenti
  1. Mareva
    Mareva dice:

    Però è bello quando a quello davanti a te rimangono bloccate e poi tu, prendendo lo stesso prodotto, le fai cadere insieme alle tue e hai due pacchettini al prezzo di uno ahaha 😀

    Rispondi
  2. gattonero
    gattonero dice:

    All'ospedale una troia di macchinetta mi aveva fatto fesso rifiutandomi una confezione di tramezzini, che sarebbero stati il mio pasto, trattenendo le monete. Dopo i calci pugni scossoni, inascoltati, ero andato in macchina a prendere un cacciavite per smontarla. E' arrivato un tizio della sicurezza che voleva denunciarmi: voleva denunciare me anziché la troia; ecco come gira la giustizia in italia, le vittime denunciate, le troie in libertà. Ciao, solidarizzo.

    Rispondi
  3. Gurino
    Gurino dice:

    La prossima volta ti consiglio di farti un giro in una certa palestra di figaccioni di Lucca, sarei davvero curioso di vedere i tuoi commenti… Comunque sono disposto a finanziarti per l'acquisto di quelle patatine se poi scrivi post così divertenti…! Ma a che gusto erano, peyote?

    Rispondi
  4. Patalice
    Patalice dice:

    …perché prendi le patatine?ci sono schifezze molto più acidevoli…tipo la micro barrettina milka con il bianco intorno, perché stravecchia; o il succo all'albicocca che sa di inferno… le patatine invece danno ancora buoni risultati… sei ancora brillante!

    Rispondi
  5. marelibera
    marelibera dice:

    E allora che lo dicano! Le macchinette delle biblioteche sono progettate appositamente per mangiarsi i soldi e non far mangiare te. Il che provoca, in effetti, un'acidità tangibile, anche solo per il fatto di non essere riusciti a placare la fame nervosa!

    Rispondi
  6. Anonima
    Anonima dice:

    Nulla è più deludente, triste, che ti fa andare di matto della macchinetta che ti frega i soldi a te. A te che sei martire dello studio, che l'unica cosa che chiedi è mangiare quella cavolo di schifezza per la quale hai pagato!

    Rispondi
  7. LuciusDay
    LuciusDay dice:

    AH, ste patatine. Come si suol dire, "In patatine stat virtus" (o sarebbe meglio aciditas? :P)P. S. Se ti va, fai un salto sul mio blog. C'è una proposta aperta a chiunque abbia voglia di scrivere. Saluti;)LuciusDay

    Rispondi
  8. Tikli
    Tikli dice:

    E vogliamo parlare di quando lei,la sadica,la macchinetta,ti ILLUDE facendo avanzare il tuo pacchetto che però ad un certo punto non cade ma s'incastra?Perchè poi?Perchè l'hanno riempito all'inverosimile di aria per non far notare che all'interno ci sono solo tre patatine,tre misere patatine che ti sono pure negate.Poi dici che non devi prenderli a spallate,quegli affari lì.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a Mareva Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.