La linea della maturità sentimentale

Essere dei single paranoici comporta necessariamente una cosa: che a un certo punto dell’esistenza ci si trova davanti a quella linea di confine dopo la quale – lo dico in maniera sintetica, in parole povere ma dolci, proprio come farebbe un francese – non te ne frega più un emerito cazzo.
È la linea di confine dopo la quale tu sei definitivamente certo che ti ami e che metti al primo posto soltanto te stesso. E solo dopo di te vengono la famiglia, gli amici, il lavoro e le altre cose belle che la vita ci riserva, come i Mikado o i saldi da H&M. È la linea che pone fine alla tua ricerca ossessiva dell’amore, e che ti fa dire una volta per tutte, con una fermezza solenne, la fatidica frase: ME NE STRASBATTO LA MINCHIA. 
Certo, non tutti oltrepassano questa linea. C’è chi prima di arrivarci incorre nella disgrazia di fidanzarsi, per esempio, perdendo così l’opportunità di digievolversi in quello che è il pokemon più raro di tutti, ovvero l’essere umano sentimentalmente maturo. Ma gli ostacoli per diventarlo sono molteplici: per citarne alcuni a caso, menzionerei l’accontentarsi del primo che passa, o anche il ritornare con l’ex, sì sì, proprio l’ex che ti ha cornificato reiterate volte e che ti ha trattato malissimo e che no, non cambierà per te, no, mai. Tuttavia, alcune creature particolarmente sfigate non cederanno a tali tentazioni e potranno vantarsi di essere, udite udite, sentimentalmente mature. 
Sole, ma sentimentalmente mature.
O anche: sentimentalmente mature, ma sole. (Spero abbiate gradito la differenza tra i due accostamenti, ci ho ragionato mezz’ora su come rendere più efficace la proposizione)
Ora, dire che una persona matura non soffre la solitudine, secondo me, è eccessivo e utopistico. Dipende da persona a persona ovviamente, ma non è che uno è totalmente felice, da solo. Persino il Dr House sembra un vecchio orso brontolone però intanto se la fa con la Caddy e chiacchiera con il nero, con quello bono e con la tizia che poi va a fare Once upon a time e insomma madonna che casino questi telefilm. Diciamo che una persona matura combatte la solitudine per mezzo di svariate tecniche, come nutrire i propri diciotto gatti, o aprire un blog, o anche infilzare con gli stuzzicadenti la bambola voodoo di Barbara di Paint your life. Insomma, uno è single, ed è anche abbastanza maturo, ed è più o meno sereno in questa situazione. Però non è che è proprio proprio completamente felice. A volte capita che si possa sentire un briciolino, un pochino pochissimo, leggerissimamente, solo.

Come me ora, ecco.
38 commenti
  1. Cervello Bacato
    Cervello Bacato dice:

    Io non sono maturo sentimentalmente, mai stato! Anzi, forse qualche anno fa. Che me ne sbattevo ma al contempo stavo bene. Mi sentivo libero e non cercavo nulla. Adesso invece cerco cavolo, probabilmente per rabbia post rottura, per vendetta, per voglia di patonza o che ne so! Però non sono in ''equilibrio'', questo è certo. Pensa che senza ficcarmi qualche sfortunata vittima dei miei pensieri romantici non riesco a darmi pace xD Ecco xk ora tento di conquistare una nuova donzella (che non sa che esito, chiaro!)

    Rispondi
  2. clap
    clap dice:

    credo di essermi digievoluta! ho passato la terribile fase del ritorno dell'ex, quella dell'abbrutimento disperato post rottura e ora sono nel periodo zen della maturità sentimentale! missione compiuta! Ora da persona matura mi sono data alla lettura dei blog altrui! ho scoperto il tuo tre giorni fa e ho letto ogni singolo post, me ne sono innamorata!La Cla 🙂

    Rispondi
  3. Erika
    Erika dice:

    ma perchè non mettere le cose come un continuum? potrebbe essere cosìsolofidanzatosolo -e incazzato-solo -e felice di essere solo-sentimentalmente maturo ma solosentimentalmente maturo ma in coppianon è una cosa così malvagia, no?

    Rispondi
  4. Courtney
    Courtney dice:

    Quindi si suppone che tu abbia raggiunto la maturità sentimentale e che sia una tra le creature particolarmente sfigate che non cederà mai alle tentazioni.Io, comunque finirà matura in mezzo ai 18 gatti, quindi se dovessi sentire la necessità di di tuffarti in un enorme ammasso felino peloso, passa pure da me!!!!

    Rispondi
  5. guesswhatiminlove
    guesswhatiminlove dice:

    Ma siamo proprio sicuri che esista questa maturità sentimentale? O è l'ennesima balla che ci raccontiamo per stare bene? Come il fatto che lui/lei non era giusta, che sarà per sempre, che è colpa mia (quando è colpa sua), che è colpa sua (quando è colpa tua), che mi va bene che trombiamo e basta…Sono convinta che i maturi sentimentalmente si contino sulle dita di una mano.Molto più probabile è invece vivere momenti di pura felicità che ti fanno dimenticare della tua esigenza di avere qualcuno accanto (perchè essere single è una cosa ed essere solo un altra…cioè se sei solo magari è perchè sei stronzo, allora c'ha pure un senso che non tu si fila nessuno, no?).Ma io, dell'amore, non c'ho mai capito una fava!!

    Rispondi
  6. Tiz
    Tiz dice:

    Io non ho mai superato quella fatidica soglia della maturità sentimentale che dovrebbe farti sentire -abbastanza- appagato anche nella solitudine. Riconosco che è un limite, naturalmente: la necessità di avere per forza qualcuno accanto per poter vivere serenamente è quasi una maledizione.Tuttavia, posso riconoscere almeno un lato positivo in questa situazione: la capacità di dare valore alle proprie storie, cioè di riconoscerne l'importanza. Per quelli a cui trovare un partner riesce sempre facile, succede qualcosa di strano… Ad un certo punto iniziano a lamentarsi che non riescono a combinare nulla di serio, ed io penso che il problema stia nel fatto che sono loro, per primi, a non prendere troppo seriamente quello che fanno.Ok ok, ho scritto una serie di banalità, oltretutto in modo contorto. Ma ora non ho voglia di cancellare quindi clicco su pubblica ed arrivederci.Click

    Rispondi
  7. nicola
    nicola dice:

    presupposto che non è detto che a essere in coppia si è necessariamente e totalmente felici, secondo me è maturo capire che non ci si può bastare. ma è proprio essere soli che permette di arrivare a questa maturità e digievolversi xD non so se sono sentimentalmente maturo, magari me lo dirà la prossima persona che incontrerò, perché io lo so che la incontrerò 😀 e lo auguro anche a te! ps: canzone figa e figo lui *_*

    Rispondi
  8. Amleto
    Amleto dice:

    Spesso mi sento solo, non mi vergogno ad ammetterlo, soprattutto la domenica. E' brutto, perché esco, mi diverto con gli amici, ma quando ritorno a casa e non c'è nessuno ad aspettarmi, nessuno che mi invia un SMS o nessuno a cui inviarne uno. Nonostante tutto io non ho intenzione di accontentarmi, voglio trovare la persona che meriti il mio amore, che mi rispetti e che, ovviamente, ricambi. Essere sentimentalmente maturi significa portare avanti una relazione mantenendo alta la propria dignità, e non facendosi maltrattare o mancare di rispetto.Io sono fiducioso, la speranza è l'ultima a morire 🙂

    Rispondi
  9. Ferro
    Ferro dice:

    Io mi sono fatto un diagramma di flusso mentale, e sono giunto alla conclusione che la lucidità che inizialmente ci si deve imporre, e poi mano a mano viene naturale, per valutare le situazioni sentimentali con la dovuta obiettività, quando si radica si evolve in un misto di freddezza e aridità che diventa difficile da estirpare.E uno si trova ad essere solo e non infelice, sapendo/temendo che dall'altra parte è una specie di roulette russa.

    Rispondi
  10. appartamentosvedese
    appartamentosvedese dice:

    Non so se sono d'accordo questa volta. Personalmente, mi sento come se avessi bruciato le tappe. Si inizia presto con i ragazzi, maturità sentimentale (o chi per essa) a 19 anni e da allora sono regredita a uno stato adolescenziale in cui se mi devo "innamorare" lo faccio senza vorgolette, credendoci come se avessi quindici anni. Con tutti gli annessi e i connessi del caso (gioia, depressione, uccellini che cantano lungo la mia strada nei giorni in cui becca bene).Che sia questa la maturità sentimentale? Vivere le cose appieno, rischiando di prendere delle sberle ma non tirandosi indietro?

    Rispondi
  11. WonderDida
    WonderDida dice:

    ma uno deve essere per forza sentimentalmente maturo? voglio dire, che ha di così bello, questa maturità? è sentirsi al riparo dalla sofferenza? è non dover più cercare, stare in un porto sicuro, senza più le onde forti a schiffeggiarti il viso?

    Rispondi
  12. Gatto
    Gatto dice:

    io, proprio nel rispetto di quello che racconti, ho iniziato la fase successiva: la ricerca della badante caraibica a cui lascerò tutti i miei averi per ripagarla del copioso sesso orale che mi elargirà.

    Rispondi
  13. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    Cervello Bacato , ahahah per la "voglia di patonza" si fa tutto eh! 😛 clap , grazie! E complimenti per la digievoluzione! 🙂 Erika , assolutamente no, anzi, è quello che intendevo. Forse mi sono espresso male, ma non volevo dire che l'esemplare di umano sentimentalmente maturo ripudia le relazioni, eh. Anzi… Ho detto che non ne è ossessionato ^_^ Courtney, ci sto, andata! Boys just wanna have fun ahahahah 🙂 guessiminlove , anche secondo me sono rarissimi, sti sentimentalmente maturi. E non sono nemmeno ben definibili. Ma concordo con te in tutte le tue meravigliosissime ultime quattro righe 🙂 Tiz, nessuna banalità, è un modo positivo di vedere la cosa, e i modi positivi di vedere le cose sono ben accetti (quando non sono sciocchi, ma questo non lo era). CirInciampai ahahahahah aspetto in gloria la palpata dell'uomo del monte! Aleja B nicola , certamente, è umano non bastarsi da soli, non solo maturo. Magari la prossima persona che incontrerai sarà il cantante dei FUN, bon per te, ecco. Erre, grazie 🙂 Amleto, grazie di aver capito cosa io intendessi e di non aver frainteso 🙂 Concordo con te. Resisti :* Ferro, l'ho pensato anche io, più volte. La paura di infreddirsi c'è per forza. Ho bisogno del tuo diagramma di flusso mentale 🙂 MichiVolo, geniale!!! 😀 Riccardo , no 😛 Quando ho aperto il blog non me ne fregava nulla di nulla xD A proposito, sai che ieri ho fatto quattro anni di Zucchero Sintattico *-* Dracoo :** appartamentosvedese, io sono d'accordo con te sai. E tra l'altro, credo anche di essere come te, da questo punto di vista. Però parlavo di un'altra cosa: non di quando si è dentro una relazione, ma di quando si è fuori. È lì che si vede se uno è maturo. Maria, grazie ^_^ xanthippe, anche tu hai colto il senso del mio post 🙂 Non hai vinto nulla. Se non un bacino virtuale :* perdentedisuccesso ahahahah mi lascerei anche io a volte 😀 WonderDida, no, non deve esserlo per forza. Comunque, se tu avessi letto il post un po' più approfonditamente, avresti capito che quando parlo di persona sentimentalmente matura intendo semplicemente una persona che non è più ossessionata dal trovare l'amore, una persona che non ha questa paranoia. Non una persona che non vuole l'amore. Che è diverso, totalmente. chaillrun, grazie mille 🙂 Sia dei complimenti al post che degli auguri 🙂 Gatto ahahahah STIMA MASSIMA!

    Rispondi
  14. Mareva
    Mareva dice:

    Io non so se sono evoluta ma ho sempre avuto la fortuna di stare bene sia sola che in coppia. Da single non ho mai cercato il fidanzato, lo scopamico sì, in coppia non cerco la solitudine ma solo momenti miei. I Pokemon (per i quali, tra l'altro, son troppo grande e non li ho mai visti) mi fanno 'na pippa.

    Rispondi
  15. Paola "Cinderella" Zanetti
    Paola "Cinderella" Zanetti dice:

    Ahahahah, ma perchè si finisce sempre a insultare Barbara di Paint your life? Io aggiungo solo che a essere sentimentalmente maturi, a parte che essere soli, salva pure la dignità.parola di chi ha pensato alla sua dignità, s'è trovata sola e depressa al matrimonio del cugino sfigato che usava come paragone per stare meglio, ma… sei anni dopo ha avuto il suo happy ending!

    Rispondi
  16. Robilandia
    Robilandia dice:

    Però, e come negarlo, meglio soli che male accompagnati. P.S. La parte sul Dottor House mi ha fatto cadere dalla sedia dalle risate. P.S.2 Ho subito scaricato questa canzone dei Fun che non conoscevo. Grazie. Robi

    Rispondi
  17. Anonimo
    Anonimo dice:

    Su, sarà novembre, ch'è malinconico per definizione. Solidarietà.Ps.:IMHO la Pausania non ha MAI ragione (anzi, dovrebbero mettere gli avvisi sui suoi dischi come per i pacchetti delle sigarette)-.-

    Rispondi
  18. SemplicementeBlu
    SemplicementeBlu dice:

    io non mi sono mai digievoluta… sigh sighposso dirti per certo che la solitudine alberga in ogni dove. Se c'hai un gran culo te la ritrovi pure in una coppia e quando è così ti assicuro è più gradevole sentirsi solo "da soli" che in compagnia.p.s.:meravigliosi tutti gli accenni a telefilm e programmi tv!p.s.1: ti seguo da poco ma inizio ad adorarti Tredici!!! ;D

    Rispondi
  19. Niko46
    Niko46 dice:

    Personalmente penso che ci siano anche più "livelli" in questa maturità sentimentale, fino al livello estremo in cui veramente non te ne frega più niente di nulla e nessuno e inizia anche la fasce discendente dell'interesse per se stessi…Il problema in tutto ciò è che col passare del tempo si diventa apatici e si inizia a comportarsi come se si fosse sempre di buon umore e superottimistici… semplicemente perché gli accadimenti del mondo non ti sfiorano nemmeno da lontano. Una felicità superficiale insomma, e si arriva a non sapere nemmeno più se si è veramente felici o meno…Insomma, col passare del tempo quella che tu definisci maturità sentimentale porta solo ad una gran confusione, perché vai agli estremi assoluti del menefreghismo…Fidati

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a Tiz Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.