Critica della ragion musica(le)

Siccome nell’ultimo post avevo parlato di un celebre social network che ha già spopolato nel mondo hipster e adesso sta prendendo piede anche nel mondo dei comuni sfigati, voglio fare un breve commento sul corrispettivo musicale. Shazam.
Shazam è un’applicazione molto utile che ascolta una canzone e ti dice il titolo e l’autore.
Capirete che è una genialata. Cioè: voi avete la radio accesa, o siete in un locale, e danno la-canzone -che-avete-sempre-voluto-nel-vostro-lettore-ma-di-cui-non-avete-mai-saputo-il-titolo. Quante volte vi è successo che avete chiesto ai vostri amici “Oh Ermenegilda, quale è il titolo di codesta canzone?” e quante volte vi è successo che vi hanno risposto “Oh Astolfo, mi duole dirlo ma non mi sovviene”. Ebbene, attivando questa applicazione partirà subito l’analisi delle frequenze (o quel che è) e il confronto con il database, e in pochi secondi vi sarà restituito il titolo della canzone.
Parentesi: Shazam non è l’unico software in grado di fare ciò. Ne esistono diversi altri. La differenza è che Shazam è mooolto famoso e figo e non può mancare nella libreria delle applicazioni di un indie inesperto che non conosce a memoria la discografia degli Arctic Monkeys.
Per esempio, ero in seconda liceo. La mia amica Giuli mi aveva fatto un disco che aveva simpaticamente chiamato Misto Rock, e non aveva messo i titoli delle canzoni. Per non far vedere a Giuli che sono un ignorante in musica, non le avevo mai chiesto qual era la canzone che mi piaceva tanto e di cui volevo tanto sapere il titolo. Una settimana fa, cioè otto anni dopo, ho finalmente risolto il mio dubbio: Shazam mi ha detto che si tratta di questa qua: link-a-youtube.
Ora, ci sono due problemi principali che riguardano Shazam. Il minore dei due è il fatto che se ci sono delle interferenze il programma ha qualche problema a identificare la canzone. Se state cercando il titolo della nuova canzone di Vasco Rossi e il vostro migliore amico rutta – forse stimolato dalla melodia – il software potrebbe non farcela a rispondere. Cosa che, nel caso di Vasco Rossi, potrebbe essere un bene.
Il secondo problema – di vitale importanza, direi – è che se siete in macchina e alla radio danno la canzone di cui avete sempre voluto sapere il titolo, prima di trovare il cellulare, attivare la connessione a Internet e far partire Shazam, voi siete già spiacciucati contro un palo.
13 commenti
  1. CervelloBacato
    CervelloBacato dice:

    Veri usare shazam alla guida è un impresa, soprattutto ora k ci sn i telefoni touch ke ti costringono a guardare bene lo schermo.. Cmq altro mirabolante programmino è musixmatch che iltre al titolo ti da pure il testo 😉

    Rispondi
  2. Pier(ef)fect
    Pier(ef)fect dice:

    la cosa brutta è che io dico davvero " al momento non mi sovviene " XDio uso soundhound solo perchè mi piace il nome cacofonico. le ultime volte non ci ha azzeccato, mi sa che provo shazam che fa figo… ma tenere sempre attiva la connessione no?

    Rispondi
  3. Courtney
    Courtney dice:

    Esattamente 20 minuti dopo aver installato Shazam l'ho cancellato. Io cantavo e lui non riconosceva la canzone. Ero e sono tuttora indignata. Facile riconoscere le canzoni se son riprodotte dalla radio. Meglio chiedere ad Ermenegilda, lei ha sempre capito quale melodia stavo canticchiando!

    Rispondi
  4. Ale [Tredici]
    Ale [Tredici] dice:

    @CervelloBacato: Di' la verità: hai commentato il mio blog alla guida!@Piereffect: non so che telefono abbia tu, ma se io tengo sempre la connessione attiva la mia batteria… going down down down down ♪♫

    Rispondi
  5. Baol
    Baol dice:

    Ti assicuro che io ho rischiato davvero di spiaccicarmi per fare quella cosa lì :-/Comunque, se ti chiami Astolfo ed hai un'amica che si chiama Ermenegilda e dice non mi sovviene il fatto di non ricordarti la canzone è l'ultimo dei tuoi problemi 😀

    Rispondi
  6. Noemi
    Noemi dice:

    Oltre a Shazam c'è anche Soudhound che fa la stessa cosa! Tra l'altro se non mi sbaglio non è nemmeno necessaria la connessione internet, cioè: l'app salva la registrazione e poi puoi verificare di che canzone si tratta quando ti connetti… 🙂

    Rispondi
  7. Melinda
    Melinda dice:

    Il mio problema è quando mi vengono in mente melodie…Shazam non funziona se canto io, allora un giorno canticchiavo un motivo e non riuscivo a ricordare quale fosse, ho cercato su internet un metodo alternativo per riconoscere le canzoni e c'era un sito assurdo che chiedeva di battere sulla tastiera il ritmo della melodia che si aveva in testa…ma pensa tu se poteva mai azzeccare il pezzo ahahah!Per fortuna esiste mio cugino e dopo avergli canticchiato per telefono la melodia mi dà le paroline magiche O N E O F U S😀

    Rispondi
  8. Niko46
    Niko46 dice:

    Conoscevo pure io shazam (che, a onor del vero, ha ricopiato spudoratamente l'idea della Sony quando fece i suoi cellulari walkman, che avevano questo programma in cui bastavano 4/5 secondi, anche cantati a voce, e ti diceva che canzone fosse), quando lo volevo scaricare – per android – ricordo che era a pagamento e quindi chiusi al volo la questione…Inoltre li ritengo solo parzialmente utili questi programmi, un po' perché, come dici tu, prima di sapere il titolo consti la durezza del platano/palo/muro contro cui parcheggi (mani sul volanti e occhi sulla strada, criminali!), poi perché alla radio c'è un tizio pagato per dirti che stavi ascoltando, e di solito lo dice…Certo, alle volte parla un po' troppo in slang (che poi sia slang italiano, americano, inglese, o un mix delle tre è un altro discorso) però fino ad oggi ho sempre capito il titolo, più o meno.E poi scusa, non mi chiamo Astolfo e non conosco (a livello di amicizia) nessuna Ermengilda, ma pure io disco spessissimo – quasi sempre – non mi sovviene…Stai certo comunque che come pubblicità del suddetto programma una scenetta come quella da te descritta avrebbe un successo fenomenale XD

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a Courtney Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.