Ansia da pre-spettacolo #1

Ho appena parlato con Tiziano che ha cercato di comunicare col criceto che sta dentro il mio cervello. Si sbracciava per farsi intendere, ma non c’è niente da fare perché ultimamente il roditore si trova in stato altamente confusionale. Sbatacchia contro le pareti (ecco perché ho il mal di testa) e non ci vede nemmeno troppo bene. Forse ha bevuto troppo gin, e si sa che il gin fa male ai criceti.
Tiz voleva dirmi che andrà tutto bene. Mh. Intanto vado a fare la ricarica del cellulare, che sono a corto di soldi. 
Esco dalla facoltà, <parolaccia omessa> ho dimenticato gli occhiali da sole a casa! Ma quanta gente c’è il Via San Lorenzo?! Dovrebbero proibire a così tanta gente di esistere.
A te quegli occhiali da sole stanno malissimo. 
Te, non ti si può vedere. 
Ehi, togliti quel sorriso dalla faccia. 
Va bene, oggi hai deciso di non salutarmi, me ne farò una ragione.
Hai mai pensato di farti curare?
I cardigan fucsia dovrebbero essere illegali.
Sembri un cavallo.
Cos’hai da guardare? Vattene.
Non ti puoi prostituire già alle nove di mattina, cara.
Sei grasso.
Hai mai pensato di lavarti?
IL CLACSON FICCATELO NE
Per gli Dei, ma hai davvero quei denti?
Ma oggi cos’è, Halloween?!
Guarda che i capelli non vanno per forza tenuti male, eh.
Signora, perché sta camminando come un pinguino?
Signora, può dire a sua figlia di non latrare?
Persino una Barbie si vergognerebbe di avere quelle scarpe.
Ti ha mai detto nessuno che di mattina non si possono dire stronzate?
Un tabacchi di qua. Un bar di là.
Beh, entro.
“Mi dia un Gin Tonic, per favore. Doppio” 
Il criceto ha sete.
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Rispondi a Alice Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.